ALMA – GRISSIN BON: pagelle

GRISSIN BON

MUSSINI 5: quest’anno non è che gli sia richiesto chissà cosa, eppure, almeno stasera, non arriva niente di vagamente utile alla causa.

ALLEN 5: a parte far sembrare Dragic, Kobe Bryant, la sua partita è meno inguardabile del solito anche se buona parte della produzione offensiva avviene a “babbo morto”, cioè dopo i primi 5 minuti di gioco. Almeno però non ci  mostra le solite scelte folli anche se da 3 punti non segna da quindici giornate.

DIXON 4: suggerirei una visita oculistica, dato che stasera come anche nelle recenti uscite, i primi 3 passaggi sono consegnati direttamente nelle mani degli avversari. Per il resto, la superficialità e la lena con la quale si approccia alla partita, fossero anche “il suo modo”, sono a mio avviso incommentabili.

RICHARD 4,5: boh… non fa canestro, difende il giusto… viene da chiedersi il senso di questo ennesimo inserimento in una squadra che è già cambiata 20 volte in stagione. Le intenzioni saranno state anche buone ma i risultati sono semplicemente inesistenti.

AGUILAR 4,5: dopo una stagione quasi intera si possono iniziare a tirare le conclusioni anche sul buon Pablo. Il giocatore ha classe, è evidente. E’ però il giocatore giusto nel posto sbagliato. E’ monodimensionale, non ha un movimento, uno, in avvicinamento a canestro e se gli si toglie il tiro da tre punti, in attacco rimane davvero poco. Se aggiungiamo che in difesa, come ribadito stasera, non ha esattamente il sangue iniettato negli occhi…

GASPARDO 4,5: nulla in attacco, nulla in difesa. Niente di niente. Poi sembra che uno si voglia accanire, però le aspettative ad inizio anno erano altre. Semplicemente erano sbagliate.

JOHNSON-ODOM 7: unica nota lieta della serata. Unico motivo di speranza residua di questa squadra da qui alla fine della stagione. Non è che ci sia da inventarsi molto: c’è da dargli la palla e stare pronti ai suoi passaggi, nel caso sia raddoppiato.

CERVI 6: bene in attacco, mentre in difesa fatica inevitabilmente, visto anche le caratteristiche degli avversari che mal si adattavano alle sue. Sarebbe ora di iniziare ad imparare a fare i blocchi senza fare fallo in attacco.

ORTNER 4,5: voto da condividere con chi lo ha scelto, esponendolo a figure come quella di stasera, per il semplice fatto che si gioca ad un livello che non è più il suo.

DE VICO 6: dopo le ultime uscite nelle quali era partito in quintetto base, stasera deve aspettare 20 minuti prima di poter dare il proprio contributo. Quando sale la partita è quindi già sostanzialmente finita e lui con la sua voglia ed il suo orgoglio, non ha particolari difficoltà a spiccare, all’interno di un contesto che vedeva 20 giocatori ad aspettare solamente il momento di andare a fare la doccia.

PILLASTRINI 4: c’è modo e modo di perdere le partite e noi, modestamente, ne sappiamo qualcosa. Impossibile definire la squadra diversamente da vergognosa. Ci sarebbero diversi appunti tecnici da fare, ma quando l’atteggiamento e il linguaggio del corpo sono questi, ogni altro discorso risulta privo di qualsiasi significato.

 

 

ALMA TRIESTE

PERIC 7: usato sicuro

FERNANDEZ 6,5: pilota automatico

WRIGHT 7: 15 punti e 6 assist senza accorgersi che fosse in campo

STRAUTINS 5,5: non partecipa al banchetto, forse per pietà

CAVALIERO 6,5: stasera non dovrà nemmeno fare la doccia

DA ROS 6,5: bell’impatto

SANDERS 6: spettatore non pagante

KNOX 7: averne di pivot del genere…

DRAGIC 8: due anni fa prendeva un milione a stagione all’Olimpia..chiaro?

MOSLEY ng.

CITTADINI n.g.

DALMASSON 7: sarebbe al limite del non giudicabile dato l’assenza di avversari credibili, ma la sua squadra gioca davvero bene.