Cremona – Reggio: le pagelle

(A cura di Davide Santachiara)

Cherry 6: si capisce che cerca soprattutto di non sbracare prendendo pochissimi tiri. Smazza 7 assist e nelle statistiche ci sono anche 4 rimbalzi e 3 recuperi. Promettente.

Johnson-Odom 7: continua la sua progressione positiva aiutata da una condizione fisica decisamente migliore rispetto alla prima parte del campionato. Nel tabellino 5 assist ed è il migliore dei suoi per valutazione

Upshaw 6: peccato per quel tiro da 3 finale su cui sono mancate le gambe. Mi dà l’impressione di fare molto più di quello che appare a fine partita: è il terzo miglior realizzatore ed il miglior rimbalzista. Purtroppo cade anche in ingenuità notevoli come il sanguinoso antisportivo su De Vico che aiuta ulteriormente Cremona a ricucire il -18.

Fontecchio 7,5: al di là dei 23 punti è veramente bravissimo, sia in difesa che in attacco. Altro giocatore che insieme a DJO sta confermandosi in costante miglioramento.

Owens 6: deve fronteggiare uno dei migliori lunghi del campionato italiano, in difesa ci mette grinta ed in attacco fa alcune cose pregevoli. Mezzo punto in meno per la sanguinosa apertura di contropiede con 1 punto da recuperare e palla in mano a 10 secondi dalla fine. Migliore per plus minus della squadra.

Poeta 5,5: fa ancora molta fatica il capitano, la condizione evidentemente è lontana dall’essere la migliore.

Pardon 5,5: non è la sua partita, lotta ma in attacco fa troppa confusione e soffre la difesa di Cremona sbagliando alcune conclusioni relativamente facili che sarebbero state ossigeno puro.

Vojvoda 6: mi pare un giocatore a cui non si sia riusciti ancora a ritagliare il ruolo giusto, ma ha il merito di un 3/3 da dietro l’arco con 2 tiri da distanze siderali. Non lo aiuta certo essere spesso inserito nel secondo quintetto con cui ultimamente soffriamo molto.

Candi 5: ci mette al solito grande impegno ma fatica in difesa soprattutto contro Diener, in attacco è purtroppo confusionario. Il peggior plus minus di squadra in soli 12 minuti di gioco non è un caso…

Diouf, Giannini e Soviero s.v. Non entrati

Buscaglia 6: nonostante il cambio del play titolare la squadra c’è e lotta. Forse l’unico dubbio è il cambio delle linee troppo estremo grazie al quale Cremona ha ripreso in pochi minuti l’inerzia nel secondo periodo. Comunque in una partita con intensità da play-off siamo arrivati ad avere il tiro della vittoria, guardiamo per ora il bicchiere mezzo pieno.


Cremona 7:  dopo l’inserimento di Happ (pescata eccezionale) si conferma una bella squadra, purtroppo Diener spiega ancora tanta pallacanestro a quasi 38 anni grazie anche a tanta “esperienza”. Mette 18 punti in venti minuti con 4/5 dall’arco. La partita di Travis mi ha portato alla mente un time out di Repesa in un Milano-Reggio in cui segnò sulla lavagna l’età di un altro grande campione non più giovanissimo che faceva di iniziali RK…