EUROCUP: Ecco Le Avversarie Della Grissin Bon

Dopo una stagione di astinenza per i noti motivi, Reggio Emilia torna in Eurocup, e lo fa insieme all’altra “sorella” rimasta scottata dalla querelle FIBA vs ECA, ovvero Trento, e alla new entry Torino. L’urna di Barcelona era piena di insidie per i biancorossi, poichè il livello della competizione si è alzato molto, dato che le squadre già presenti hanno alzato la qualità dei loro roster e dall’Eurolega sono scese squadre come Darüşşafaka İstanbul, Galatasaray e Unics Kazan.

Andiamo dunque a scoprire cosa ci ha riservato il sorteggio in termini di avversarie :

Galatasaray Odeabank İstanbul

Arena: Abdi İpekçi Arena (12.270)

La corazzata turca è una squadra fatta e finita per arrivare fino in fondo, che vede tra le sue fila talenti come Emir Preldžič, che vanta diverse stagioni ad alto livello in Eurolega. Le incognite principali sono relative al nucleo degli stranieri, che è ancora in via di definizione, e al nuovo coach Erman Kunter.

 

FC Bayern Munich

Arena: Audi Dome (6.700)

I bavaresi vedono in panchina una vecchia conoscenza dei nostri parquet come Aleksandar “Sasha” Đorđević. Tra i giocatori i nomi che saltano all’occhio sono l’ex romano Nihad Đedović e l’esperto Anton Gavel, oltre all’ultimo colpo di mercato, il play serbo ex Stella Rossa Stefan Jović, considerato tra i migliori play puri d’Europa.

Hapoel Yahav Jerusalem

Arena: Jerusalem Payis Aren (11.600)

Lasciato andare Pianigiani, le redini della squadra sono state affidate al greco Fotios Katsikaris, coach dal pedigree importante (AEK, Valencia e Murcia nel suo passato). Il roster vede la riconferma del folleto Jerome Dyson in regia, del veterano Lior Eliyahu tra i lunghi e dell ex Pesaro Tarence Kinsey in ala piccola. Non ultimo per importanza, gli israeliani attendono la decisione della stella Amar’e Stoudemire in merito al suo futuro.

Liektabelis Panevėžys

Arena: Cido Arena (5.656)

I lituani si ritrovano in una coppa europea di alto livello, che li vedrà cambiare molto dal punto di vista del roster, dato che quest’anno avevano solo un americano e nove lituani, tra cui i gemelli Darjuš e Kšyštof Lavrinovič, che sembrano però intenzionati ad appendere le scarpe al chiodo.

 

Budućnost VOLI Podgorica

Arena: Sportski centar Morača (4.570)

I campioni del Montenegro si affacciano ad una coppa che li vede partire in difficoltà, data la giovane età di molti componenti del roster e la difficoltà nel trattenere gli uomini più esperti e talentuosi, tra cui figurano gli ex Roma Nemanja Gordić e Kyle Gibson, l’ala ex Venezia Boris Savović e il play J.R. Reynolds, anche lui con un passato italiano a Soresina.