Germani Brescia – Grissin Bon : Preview

(A cura di Diennea Settanta)

Dopo la “simpatica” Sassari la prima partita della Grissin Bon lontano dal Palabigi è contro la Germani Brescia, squadra rivelazione della scorsa stagione: infatti nello scorso campionato la Germani, che va ricordato è alla sua terza stagione nella massima serie, ha lungamente dominato in regular season grazie ad un inizio scoppiettante costellato da ben nove vittorie consecutive e nei playoff la sua corsa si è fermata solamente in semifinale, al cospetto dai futuri campioni d’Italia di Milano.

A questa partita importantissima per testare la Grissin Bon lontano dal fortino reggiano, i nostri ragazzi ci arrivano però sopra alla Germani per quanto ci dice la classifica, dato che la Leonessa ha perso di un punto a Varese nella partita inaugurale.

Ovviamente una sconfitta non significa crisi e una vittoria “non fa primavera” ma siccome vincere è molto più divertente che perdere dobbiamo cavalcare l’onda dell’entusiasmo per tentare il colpaccio.

A nostro svantaggio avremo il fatto che Brescia in casa è una squadra ostica (l’anno scorso solo quattro sconfitte in regular season) mentre a nostro vantaggio c’è la fatica, a differenza nostra (sigh), che Brescia avrà nelle gambe per via dell’impegno di EuroCup ad Andorra.

 

Per quanto riguarda il roster i nostri avversari hanno cambiato ben quattro giocatori dello starting five dello scorso campionato e quindi, esattamente come noi, sono alla ricerca della giusta chimica di squadra.

L’unico titolare rimasto è il play Luca Vitali, che la scorsa stagione ha viaggiato a 7 assist di media a partita, mentre hanno salutato la compagnia Michele Vitali, Dario Hunt e soprattutto Marcus Landry, MVP del campionato due stagioni fa. Nello spot di guardia, proveniente dal campionato turco ed ex Roseto, è arrivato Bryon Allen, giocatore di 1,90m per 90 kg, che nella partita inaugurale ha chiuso con 15 punti e il 45% dal campo.

Nel ruolo di centro la Germani ha ingaggiato da Pesaro Erik Mika, una delle rivelazioni della stagione scorsa chiusa con un bottino personale di 14,3 punti e 7,3 rimbalzi a partita. Il colpo della off-season è però sicuramente stato l’ingaggio di Jordan Hamilton, giocatore scelto al numero 26 dai Dallas Mavericks al primo giro del draft NBA del 2011, che nei piani estivi della Leonessa doveva essere la prima bocca da fuoco della squadra, ruolo che il nativo di Los Angeles sembra aver già metabolizzato, visto che contro Varese ha messo a tabellino 20 punti.

Il quintetto della Germani è completato dall’atletico Awudu Abass, che quest’estate ha deciso di lasciare Milano per andare alla ricerca di minuti e spazio in un contesto comunque competitivo come Brescia. Oltre al quintetto, coach Diana può contare sull’apporto della panchina, che vanta le conferme di Sacchetti e Moss, e gli arrivi di Marco Ceron, Tommaso Laquintana, Andrea Zerini e del roccioso centro ex Liegi Gerald Beverly.

Domenica affronteremo un avversario che, sulla carta, è più forte di noi ma così doveva essere anche per la partita contro Sassari e alla fine dei quaranta minuti i due punti in classifica li abbiamo presi noi. La differenza, come sempre nello sport, la fa l’attitudine; quella che abbiamo visto in campo domenica scorsa ci è piaciuta, ci ha ingolosito e siccome l’appetito viene mangiando…….