GRISSIN BON REGGIO EMILIA – UMANA VENEZIA: pagelle

GRISSIN BON REGGIO EMILIA

MUSSINI 6: solo 5 minuti in campo per Federico, nei quali non ha il tempo per incidere e nemmeno per fare danni.

ALLEN 8: arrivato tra lo scetticismo generale, sta dimostrando di essersi calato bene nella realtà biancorossa, mostrando la giusta grinta, una buona mano e anche una sorprendente intesa con i compagni, per essere arrivato da dieci giorni. Nel finale realizza 4 punti pesantissimi. Continui così!

CANDI 7: finalmente una partita pienamente positiva di Leo che torna a farci vedere la parte migliore di sé: faccia tosta e zero paura. Davvero un enorme passo avanti dalle ultime uscite, rispetto alle quali dimostra anche una maggiore intraprendenza offensiva che gli consente di racimolare un discreto bottino con 9 punti realizzati.

RIVERS 7+ : in lenta ma costante crescita. Delizia il pubblico con un paio di canestri a sottolinearne, qualora ce ne fosse bisogno, la grande classe. Peccato per la mira rivedibile dalla lunga distanza, dovuta anche, molto, alla mancanza di gambe. Il coach per diversi minuti gli affida la regìa della squadra, compito che assolve senza particolari affanni, dimostrando di poter essere utile in diversi modi, come certificano anche i sei rimbalzi catturati. Nel finale deve fare un piccolo pit-stop in panchina, perché rimasto letteralmente senza fiato.

AGUILAR 7: anche quando non fa niente di strabiliante, trova la maniera per dimostrarsi dannatamente solido, bravo ed intelligente. Con l’arrivo dei due nuovi Usa, la squadra sta trovando nuovi equilibri ed attualmente ha meno tiri a disposizione: è importante che il coach sappia valorizzare al meglio le sue qualità balistiche.  Resta a sedere a lungo, probabilmente troppo, tra primo e secondo quarto, nonostante questo però non perde il focus sulla partita, ed in particolare a rimbalzo si fa come sempre valere.

GASPARDO 6,5: niente di trascendentale, per carità, ma diversi piccoli segnali di crescita, come una tripla importante nel primo tempo e, soprattutto, una super difesa su Daye nel finale di partita.

VIGORI N.E.

CERVI 7+ : molto bene Riccardo, sia in attacco che, in particolare, a rimbalzo ed in difesa, dove limita 2 brutti clienti come Vidmar e soprattutto Watt. Rifila due stoppatone delle sue ma la cosa più positiva è la reattività che dimostra, specie nell’arpionare un paio di rimbalzi offensivi davvero preziosi.

SOVIERO N.E.

ORTNER 6,5: realizza 8 punti e per una volta si dimostra più redditizio in fase offensiva che nella metà campo difensiva, dove soffre centimetri e tonnellaggio dei pari ruolo avversari. Comunque un altro passo avanti verso la migliore condizione.

LLOMPART 6: sufficienza stiracchiata per Pedro, che distribuisce 5 assist, ma per il resto fa davvero molta fatica, specie in difesa. Forse 5/6 minuti dei suoi poteva farli Mussini.

DE VICO 6/7: a dispetto delle cifre, non particolarmente significative, è innegabile che per mentalità e personalità, sia senza dubbio uno dei leader della squadra. Certamente lo è per cuore e attaccamento alla maglia. Che sia una “bomba”, un rimbalzo preso di pura grinta, una palla recuperata, quando è in campo succede sempre qualcosa di positivo.

CAGNARDI 7,5: quando si supera una corazzata come Venezia, tenendola a soli 74 punti, si può solo alzarsi in piedi e fare i complimenti. La cosa che più ci è piaciuta è stata vedere, finalmente, una squadra davvero degna di tale nome, dove tutti sono sembrati coinvolti e soprattutto convinti nel seguire i dettami del coach.

SPEAKER 8: non sappiamo da dove arrivi, forse dal Bandiera Gialla di Rimini, in ogni caso questo speaker/vocalist oltre a far sorridere tutto il pala, ha effettivamente coinvolto il pubblico e soprattutto portato fortuna. Decisamente il migliore tra i nuovi acquisti. #labomba

 

 

UMANA VENEZIA

HAYNES 6: meno intraprendete del solito

STONE 7,5: il vostro playmaker da 11 rimbalzi. In una parola, Super

BRAMOS 7: la classe non è acqua

TONUT N.G.

DAYE 4: ho assaggiato stracchini più consistenti. Talento sprecato

DE NICOLAO 5: zero assoluto

VIDMAR 5: rude e poco altro

BILIGA N.G.

GIURI N.G.

MAZZOLA N.G.

CERELLA 8,5: voto di mia moglie

WATT 6: meno potenza del solito (battutaccia)

DE RAFFAELE 5: perdere a Reggio è grave. Diverse cose non sono funzionate. Probabilmente sarebbe stato sufficiente inserire Washington per Daye.