Grissin Bon – Vanoli, le pagelle

 

a cura di Alessandro Morani

 

Reggio Emilia

 

ARADORI 7: si vede fin dalla palla a due che ha una gran voglia di spaccare il mondo, tant’è che a volte va fuori giri, incaponendosi in forzature evitabili. Contribuisce però in maniera importante al successo finale, risultando alla fine il top scorer della partita con 22 punti a referto e soprattutto scacciando in maniera decisa quella sensazione di apatia che ne aveva contraddistinto le ultime prestazioni. Ringhioso

POLONARA 7: concentrato per tutta la partita, anche quando passa diversi minuti senza tiri a disposizione. Molto più sereno rispetto ad inizio anno, probabilmente perché sa di avere più minuti a disposizione vista anche l’assenza di Lavrinovic. Ritrovato.

DELLA VALLE 8: cattiva o non cattiva, la faccia di Amedeo è soprattutto quella “giusta”. Aggressivo e duro per tutta la partita, ricaccia indietro ogni tentativo di rimonta di Cremona. In difesa, volitivo e più efficace del solito. Leader

DE NICOLAO 6: gli straordinari alla quale è stato costretto negli ultimi tempi gli hanno inevitabilmente fatto perdere un po’ di smalto. Porta comunque a casa la pagnotta, grazie ad una regia con poche sbavature e a una buona difesa su Vitali. Lineare

VEREMEENKO 7,5: pochi fronzoli e tanta sostanza, come sempre. Difende, prende rimbalzi, tocca, smanaccia e sporca ogni pallone che transita dalle sue parti. Per sorrisi e abbracci, rivolgersi altrove. Risoluto.

KAUKENAS 7,5: 13 punti in 16 minuti e una quantità di testosterone da film porno. Dà alla squadra quella scarica nervosa che tutti invocavamo. Kaukenas

SILINS 5,5: il rischio nel valutare OJ è quello di farsi tradire dalle molte (troppe??) aspettative su di lui. Ciò premesso, qualcosina in più è lecito aspettarsi. Barzotto

GENTILE 6: sufficienza stiracchiata più che altro perché gli riconosciamo di non essere del tutto a posto fisicamente. Non fa comunque danni e mette una tripla piuttosto importante. Godot

GOLUBOVIC 5: una non presenza piuttosto inspiegabile e preoccupante per un 2,12. Il plus-minus di meno 10 in una partita condotta per quaranta minuti la dice lunga sul suo impatto. Sorvoliamo sul confronto diretto con Vova per non infierire. Uomo giusto, al posto sbagliato.

 

Cremona

 

DRAGOVIC 6

VITALI 5,5

MIAN 5,5

GASPARDO 5,5

CUSIN 6

CAZZOLATO N.G.

WASHINGTON 4,5

TURNER 7

McGEE 7,5