L’Oroscop#ONE 2018

E’ fine anno e per molti è tempo di bilanci… Ma non per noi! In un momento in cui di bilanci se ne fanno fin troppi e, almeno cestisticamente parlando, risulta prematuro, noi abbiamo scelto di interrogare gli astri per vedere cosa c’è scritto nel firmamento del basket reggiano targato Duemiladiciotto.

Del resto, si sa, nessuno ci crede ma tutti lo leggono; non per niente, da oltre vent’anni figure come Paolo Fox salgono sulla riabalta mediatica del fine anno per proporre le loro classifiche e previsioni, così quest’anno, anche per stemperare un clima decisamente “rigido” vogliamo rivelarvi cosa dicono le stelle…

 

 

ARIETE

Nonostante i cattivi risultati della squadra, le cifre d’inizio stagione di Amedeo Della Valle (11 aprile) facevano presagire che questa sarebbe stata la stagione della sua definitiva consacrazione; mentre per Leo Candi (30/3) la tortuosa scalata verso il successo è solo alle prime tappe. I pianeti ci dicono che il transito di quadratura di Saturno spinge i nati sotto il segno dell’Ariete ad analizzare le scelte del passato e rende più saggi e maturi: servirà ai nostri due gioiellini per alzare definitivamente il loro livello di gioco e condurci alla vittoria? La parola al campo…

TORO

Prima lo abbiamo assaggiato e ci è parso che di tutto sapesse, tranne che di tappo. Poi però, quando ci hanno detto il prezzo per l’intera bottiglia, ci è parso che proprio non facesse per le nostre tasche. Ma alla fine, negli ultimi giorni del mercato estivo, il Toro Julian Wright (20 maggio) è arrivato alla corte di Menetti, tra grida di giubilo. Ma… la mancanza di Venere si è fatta sentire sin dall’inizio, e anche per il 2018 potrebbe mancare questa spinta ad agire con l’energia e la passionalità che servono per entrare definitivamente nel cuore dei tifosi reggiani. Dai Jujù, non scoraggiarti e metticela tutta!

 

GEMELLI

Le stelle dicono che i Gemelli hanno di fronte un anno di grandi sviluppi sul piano personale e lavorativo grazie alla presenza di Saturno in Capricono che finalmente gli consentirà di raccogliere i frutti di quanto seminato in passato. Niente di meglio per Riccardo Cervi (19 giugno) che, rimesso a nuovo dai dottori, dovrà ora tornare ad essere una della colonne portanti della squadra.

CANCRO

La mappa astrale del Cancro per il 2018 è un caos di sfumature dove Saturno, Giove e Marte alternano pennellate proprio come il nostro Niccolò De Vico (19 luglio) alterna una tripla a una levata di sedia, una giocata da giocatore consumato a un’ingenuità. Niente di grave, anzi: dietro a tutto questo ci sono splendide opportunità, che speriamo riguardino anche il nostro patron Stefano Landi (30 giugno)!

 

LEONE

Dal patron alla presidentessa, la leonessa Licia Ferrarini (14 agosto) ha di fronte a sé un 2018 in altalena, visto che i transiti planetari nel segno porteranno al Leone grandi successi, ma anche qualche stop. Speriamo dunque nel giusto timing: successi nella prima metà dell’anno, poi pausa estiva per ricaricare ed essere nuovamente pronti per un grande autunno!

VERGINE

Marte e Venere occuperanno il segno della Vergine nella prima parte dell’anno, segno di ottimo auspicio per Alessandro Frosini (22 settembre) che ne ha decisamente bisogno dopo alcuni evidenti inciampi in fase di costruzione dell’organico che sono costati il brutto avvio di stagione. Ora però il “Saturno contro” ha traslocato e per i nati sotto questo segno è tempo di voltare pagina e di affrontare ogni sfida con ritrovato vigore. Forza!

BILANCIA

Per la Bilancia si prospetta un 2018 senza opposizione né aiutini da parte degli astri per cui si può dire che è tutto nelle loro mani. Così come tutti noi siamo nella mani di James White (21 ottobre) tornato all’ombra delle Vele per sistemare un po’ le cose. Stiamo parlando di affidarci alla stelle, dopotutto…

 

SCORPIONE

Nel 2018 lo Scorpione dovrà affrontare Marte in Acquario e non farsi influenzare da Saturno in Capricorno. Un gioco da ragazzi per due come Chris Wright (4  novembre) e Manuchar Markoishvli (17 novembre) che ne hanno viste e passate talmente tanto da metterseli in tasca, questi pianetuncoli da strapazzo. In cambio, si prospettano occasioni irripetibili… E noi non vediamo l’ora di approfittarne!

SAGITTARIO

Se il 2018 di Landing Sané (19 dicembre) potrebbe non riguardarci da vicino, speriamo che sia l’anno del rilancio per Garrett Nevels (26 novembre), out da tempo per infortunio. Per il Sagittario si prospetta un annata tranquilla, senza grossi scossoni se non per quanto riguarda l’amore: che possa sbocciare definitivamente quello tra la Pallacanestro Reggiana e la sua guardia?

 

CAPRICORNO

Saturno in Capricorno è un padre saggio e protettivo, pronto a guidare tutti i nati sotto questo segno verso il successo. E’ quello che, un po’ egoisticamente, auguriamo a Jalen Reynolds (30 dicembre) e in maniera minore anche a Pedro Llompart (9 gennaio) ma solo perché lo spagnolo ha già una fulgida carriera alle spalle. Gli astri sono dunque schierati dalla parte della definitiva esplosione del nostro pivot, che grazie ad essi potrà non solo confermare i miglioramenti di fine 2017 ma ambire, insieme alla sua squadra, a traguardi ancora più ambiziosi!

ACQUARIO

Se siete tipi da emozioni forti, da sfide al cardiopalmo, e in più siete nati sotto il segno dell’Acquario il 2018 si prospetta come un anno che non dimenticherete tanto presto. Sì perché Giove, il pianeta guerriero, occuperà il vostro segno per quasi tutto l’anno promettendo battaglie epiche. Siete pronti ad affrontarle? Noi speriamo che lo siano il nostro baby Federico Bonacini (23 gennaio) ma soprattutto il nostro condottiero Max Menetti (27 gennaio) che trova così ad attenderlo pane per i propri denti…

PESCI

La favola che ci raccontano le stelle per il segno dei Pesci dovrebbe essere musica per le orecchie di Federico Mussini (12 marzo): l’inizio d’anno con la Luna piena in Cancro e l’allontanamento di Saturno spediranno i pesciolini indietro negli anni, alla ricerca di un tempo perduto che i tifosi reggiani ricordano ancora chiaramente, fatto di canestri e partite memorabili sotto l’insegna degli “Splash Brothers”. E’ tempo che quei giorni ritonino e il 2018 potrebbe essere l’occasione giusta!

Che siate segno di terra o d’aria, d’acqua o di fuoco, che ci crediate (ma veramente?) o no (e che vi costa?), a tutti voi vanno i nostri auguri di un 2018 ricco di gioie, esultanze e divertimento. Un 2018 pieno di… Pallaconestro!