PREVIEW GRISSIN BON – HAPPY CASA BRINDISI

Dopo una sofferta vittoria a Pistoia, che ha interrotto una striscia di otto sconfitte consecutive, e che ha dato nuova linfa per la corsa verso la salvezza, si torna a giocare tra le mura amiche del PalaBigi. Per Pallacanestro Reggiana sarà un impegno importante non solo per l’avversario che avrà di fronte, l’Happy Casa Brindisi, ma anche perché il match significherà festeggiare le 1.300 partite tra i professionisti del basket italiano, un traguardo suggestivo che dà orgoglio alla piazza, alla società e ai tifosi.
Come detto il nostro avversario sarà Brindisi, che è tra le sorprese del campionato, dove occupa la quinta posizione in classifica.

Vista l’assenza per infortunio di Devondrick Walker, le rotazioni pugliesi sono ridotte ad un gruppo di soli nove giocatori: un gruppo il cui leader indiscusso è il cavallo di ritorno, e capitano, Adrian Banks.

Oltre a Banks lo starting five dell’Happy Casa è composto da Riccardo Moraschini, tra gli italiani più in forma della stagione, Jeremy Chappell, guardia/ala alla seconda stagione nel nostro campionato, Tony Gaffney, ala forte proveniente dal campionato israeliano e John Brown, centro molto dinamico prelevato da Treviso.
In uscita dalla panchina il giocatore più utilizzato è Erik Rush, ala piccola proveniente da Ferrara, seguito dal play Wes Clark, rientrato nelle rotazioni la scorsa giornata dopo aver saltato una dozzina di partite per infortunio.

A completare la panchina troviamo il centro polacco Jakub Wojciechowski, alla sua undicesima stagione in Italia, e Alessandro Zanelli, altro giocatore nel roster di Brindisi prelevato dalla nostra A2, in particolare da Legnano.
A guidare la truppa pugliese c’è Francesco “Frank” Vitucci, allenatore con un solido curriculum nella massima serie, che sta vivendo la sua seconda stagione consecutiva a Brindisi.
Ci aspetta una partita ostica contro un avversario che fa dell’equilibrio su entrambi i lati del campo la propria forza, con un attacco che è il sesto del campionato e una difesa che è la quinta; dalla nostra parte abbiamo l’entusiasmo che viene dalla vittoria di domenica scorsa, abbiamo due nuovi giocatori, Darius Johnson Odom e Darel Poirier, e abbiamo il rinnovato calore di una piazza e di una tifoseria che non farà mai mancare il proprio appoggio ai colori biancorossi.