Reggio gioca male ed esce sconfitta da Masnago

La Grissin Bon esce sconfitta da Masnago ed ora, a causa dell’ennesima vittoria di Avellino, sarà costretta a vincere tra dieci giorni in casa con la Virtus per salvaguardare la seconda posizione. Per i biancorossi è sceso in campo Della Valle, ma è rimasto a riposo precauzionale Lavrinovic che in settimana ha caricato parecchio a livello fisico.

La cronaca

Polonara parte forte con un due triple consecutive, la palla gira alla grande e grazie all’ottima circolazione Reggio fa un piccolo break. Per i padroni di casa buon approccio da parte di Kangur e del reggianissimo Campani. Il primo parziale si chiude sulpunteggio di 18 – 20.

Nel secondo quarto le percentuali si abbassano, si iscrive alla partita anche Ferrero e soprattutto Wright che diventa incontenibile. Noi ci aggrappiamo a Vova che in attacco è bravo sugli scarichi, ma commette troppo presto il terzo fallo. Varese mette la testa avanti ed è il solito Kaukenas a tenere a contatto i suoi (17 di valutazione in 16 minuti). A metà tempo è 44-43.

Al rientro dagli spogliatoi gli uomini di Moretti giocano decisamente meglio e con un parziale di 16-7 firmato Wayns e Kuksiks scavano un solco decisivo. Reggio gioca decisamente male, troppe palle perse e tanta imprecisione (67 – 55)

L’ultimo quarto racconta poco o niente del match con i padroni di casa che pensano già alla Final Four di Chalon e Reggio al rientro in pullman; il divario aumenta con Varese che allunga grazie alle sue guardie e Reggio che abbandona la contesa, e che solo alla fine ricuce leggermente. Finisce 77-69.

Tabellini:

Varese : Wright 15, Campani 13, Wayns 10; Rim 33 (Wright 8); Ast 10.

Reggio: Kaukenas 17, Veremeenko 14, Aradori 10; Rim 25 (Aradori 8); Ast 11 (Gentile 3)