Reggio – Pistoia: le pagelle

(A cura di Massimiliano Piccinini)

Johnson-Odom 5,5: Partita fotocopia di quella vista con Trento, non riesce mai ad entrare veramente nel match spesso intestardendosi in avventure uno contro tutti.

Fontecchio 5,5 : Anche per Simone non è proprio una partita indimenticabile. A dire il vero parte bene ma presto si spegne non riuscendo mai ad incidere sulla partita.

Pardon 6+ : Il suo approccio con il match nel primo tempo sembra un film già visto ma la determinazione e la caparbietà con la quale aggredisce la partita nel ¾ sono una piacevolissima sorpresa nonché uno dei fattori di svolta della partita.

Candi 6,5: La voce punti segnati spesso e volentieri non è veritiera della reale prestazione e Leo questa sera ne è un perfetto esempio. Grinta, tanta difesa e tanta energia positiva al servizio della squadra.

Poeta 6.5: Non brilla certo per i punti segnati o gli assist illuminanti, però si carica la squadra sulle spalle nel ¾ e da vero capitano la guida alla riscossa riaccendendo con lucidità e determinazione (soprattutto in difesa) la fiammella sin lì spenta.

Vojvoda 8: Fosse un USA sarebbe man of the match, fosse spagnolo diremmo hombre del partido; in ungherese onestamente non sappiamo come si dice ma il senso è quello! Ultimo quarto da fenomeno.

Owens 7: Giocatore bello da vedere ma anche incredibilmente di sostanza. Fa sembrare semplici tante cose in attacco ed in difesa si applica con efficacia ed attenzione.

Upshaw 5,5: Dire che non è la sua serata è un eufemismo. Litiga con il ferro dal primo all’ultimo minuto, intestardendosi troppo con la soluzione oltre l’arco.

Mekel 6,5: Alla fine è il top scorer della serata però ad essere sinceri non è lui tra i principali artefici della vittoria. Alterna tante buone cose ad errori “non da lui” (emblematica la rimessa-assist per il canestro di Pistoia)

Buscaglia 6,5 : Bravo a spronare la squadra e a trovare la quadra nel momento di massima difficoltà di una partita che si stava incanalando su un binario molto ma molto pericoloso.

Pistoia 6: Per essere una squadra arrivata a Reggio con ancora zero vittorie all’attivo ci aspettavamo sinceramente di peggio; certo è che il talento non abbonda e la panchina corta non aiuta di certo. Regge oltre le aspettative fin che ne ha, ma poi appena Reggio stringe le maglie difensive è notte fonda.