#rerestart

Dopo la bella quanto parzialmente inattesa vittoria di mercoledì sera contro il Galatasaray, i biancorossi hanno l’obbligo di schiodare lo zero in classifica e oggi pomeriggio contro Capo non si può assolutamente sbagliare. Il turno di Eurocup ha restituito fiducia e buonumore a tutto l’ambiente, la coppia Della Valle – Reynolds (51 punti sui 74 totali) ha dominato la contesa ed anche se non è mancata qualche ombra, la prestazione nel suo complesso è stata più che positiva! Se il claim della campagna abbonamenti era #restart, quello di ora, dopo tre sconfitte in campionato, deve essere “riripartire”, ovvero rialzarsi con rabbia e fiducia.

 

I Siciliani sono una squadra che ama correre, con pochi punti nelle mani (peggior attacco della serie A con 57 punti di media ), ma che ha nella difesa l’arma per sopperire alle lacune offensive, dato che ė la formazione che recupera più palloni (quasi 12 a partita) ; gli esterni sono Atsür, lo slovacco Ihring, il canadese Edwards ed Alibegović, particolarmente ispirato nella trasferta europea di Chalon. Come da tradizione orlandina, tanti sono i giovani e tra questi dovrebbe esordire Strautiņš, che fino a gennaio non sarà italiano, ma che i recenti sviluppi di roster obbligheranno coach Di Carlo ad utilizzare. Da tenere particolarmente d’occhio l’ala diciannovenne Arnoldas Kulboka, lituano di grande talento in prestito dal Bamberg, ma ancora troppo fragile fisicamente.

Negli ultimi giorni è arrivato il taglio del deludente Damien Inglis, perciò il reparto lunghi che comprende gli esperti Wojciechowski e Delas, al momento, piange. E proprio qui è il tallone di Achille dei biancoazzurri e cioè, come ha dimostrato la gara interna contro Milano, il fatto che le rotazioni ridotte all’osso non permettano di mantenere elevata l’intensità per tutti e quaranta i minuti.

Società molto abile a scovare giocatori slavi o dell’ Europa dell’est, recentemente ha lanciato prospetti interessanti ad esempio come Ivanovic, nostro avversario in Eurocup con il Buducnost.

La passata stagione abbiamo avuto la meglio in tutti e tre i confronti (vincemmo anche a Rimini in Coppa Italia ) ma sempre con scarti medio bassi o addirittura in volata. Con tutto il rispetto per la squadra isolana, però, stasera non ci possono essere alternative alla vittoria, un altro passo falso interno sarebbe grave ed allo stesso tempo davvero preoccupante perché di fatto comprometterebbe la qualificazione alla Final Eight oltre che a inguaiare i biancorossi nei bassifondi della classifica.

Alzeranno la palla a due alle 17 i signori Begnis, Weidmann e Di Francesco. Insomma, non resta che rialzarsi, non resta che ripartire…