Il sogno continua, ma passa dai campioni d’Italia

Lo abbiamo detto nei giorni scorsi: conquistare 4 punti nei due match settimanali sarebbe stato molto importante per continuare a sperare in una post season della Grissin Bon. I 2 punti con Brescia non sono arrivati, ma il discorso play off non è ancora archiviato.

Certo, ora la vittoria di stasera sembra essere ancora più fondamentale per continuare a sognare, ma ogni grande obiettivo porta con sé grandi difficoltà. Ed ecco che al catino di via Guasco giunge la Reyer di coach De Raffaele. I veneziani, laureatisi campioni d’Italia nella passata stagione, sono la seconda forza indiscussa del campionato e arrivano a Reggio con 7 vittorie nelle ultime 8 gare, con una sola caduta in quel di Pistoia.

Per provare a portare a casa il tesoretto dei due punti, gli uomini di Menetti dovranno registrare una prestazione solida e tenace, come è stata quella dell’andata al Taliercio. A Mestre la Grissin Bon aveva sfoderato la prova consistente che si chiedeva da tempo, con un protagonista allora insperato: fu Niccolò De Vico che con 3 bombe clamorose decise il match, coadiuvato da un Reynolds da 16 pts e dai concreti Markoishvili e Llompart, anch’essi in doppia cifra.

Walter De Raffaele ha a sua disposizione un roster veramente profondo, che può essere schierato con quintetti spesso atipici. Tra i playmaker l’ex biancorosso De Nicolao, coadiuvato da Marquez Haynes, una delle maggiori difficoltà dell’andata, e il neo acquisto Edgar Sosa, entrambi giocatori utilizzati spesso nel ruolo di guardia e con parecchia energia e punti nelle mani. Tra le guardie l’italiano Stefano Tonut con Jenkins (o Johnson) e l’esperienza di Cerella. Anche nel reparto delle ali il roster veneto non pecca di talento, con Austin Daye a fare la voce grossa, accompagnato dal miglior tiratore da tre del campionato, Michael Bramos (43,7% da dietro l’arco). Ci sarà anche Peric, non troppo brillante nel match di Mestre, ma che rimane un giocatore molto importante per la squadra di coach De Raffale, con il suo lavoro senza palla e soprattutto a rimbalzo. I centri sono davvero di livello, con l’italiano Biligha e la potenza devastante di Watt sotto le plance. Completano il roster Bolpin e Tomas Ress, che da poche ore ha annunciato il suo ritiro per la prossima stagione.

Reggio non potrà ufficialmente contare su Della Valle, ma Venezia dal canto suo rischia di dover fare a meno di Bramos, oltre che essere stata decimata negli allenamenti della settimana per un’epidemia influenzale. La truppa di coach Menetti deve trovare la propria identità intensa e combattiva fin dai primi  minuti del match se vuole provare a fare il bis contro una squadra profonda e in forma come Venezia, che con la vittoria di domani potrebbe blindare il secondo posto.

Arbitreranno l’incontro Carmelo PATERNICO’, Lorenzo BALDINI e Martino GALASSO.

Palla a due alle ore 18, diretta su Eurosport Player.