Trento – Reggio: le pagelle

Grissin Bon Reggio Emilia

Aradori 8.5: dolcetto o scherzetto? SCHERZONE… per i supporters Trentini! Da dove iniziamo? Iniziamo da quest’estate, quando a tutti, pure a noi di Pallaconestro, è parso chiarissimo chi fosse da subito il leader di questo team, perchè si può parlare di cooperativa e responsabilità condivise fin che volete, però il capo tribù ci vuole, e Il Cagnaccio, per esperienza internazionale, pelo sullo stomaco e faccia tosta, è quello di cui avevamo bisogno dopo un grandissimo come Rimas. Nel calcio c’è la zona Cesarini (ultimi minuti di ogni partita appellati così per Renato Cesarini che amava segnare nei finali di gara…); nel basket, invece, se vedete 1 sul tabellone dei 24 e la palla è nelle mano del Quattro biancorosso…Sempre canestro. Sempre. Ieri ci ha tenuti per mano nei momenti di difficoltà, si è divertito, ha fatto semplicemente la malora; esemplari a riguardo la rubata a Lighty e l’arresto e tiro da sette metri a 3 minuti dal gong, e l’altro missile dopo il time out portandosi a spasso tutta Trento trotterellando.  Non ci piace parlare di cifre, però: 26, 8/13 al tiro e 6/6 dalla lunetta con 7 carambole e 6 assist per un’insignificante 35 di valutazione…PIETRO MAGNO.

Bonacini 6: potrà raccontare ai nipotini di aver dato una stoppata CLAMOROSA a Hogue; si sbatte, difende e tiene più che dignitosamente il parquet. Canterano.

Needham 6.5: parte bene ed infatti il primo quintetto di Reggio chiude avanti, poi pasticcia un pò nella ripresa, ma alla fine è ampiamente promosso, anche perchè i suoi dirimpettai non fanno nulla di trascendentale. Moto perpetuo.

Polonara 6: non gioca la sua miglior partita in biancorosso, questo è chiaro, subisce in alcuni frangenti Baldi Rossi, ma ha il grande merito di non forzare alcun tiro e lasciare il proscenio ai suoi compagni di Nazionale. Sta dimostrando di saper interpretare bene il nuovo ruolo. New deal.

James 5: male, senza se e senza ma. Non entra mai in partita, pasticcia, si fa sfuggire un paio di rimbalzi sotto il proprio tabellone e sbaglia pure due liberi in un momento importante. Può, e deve, fare meglio…Rimandato.

Della Valle 6.5: fatica un pò ad entrare in ritmo anche perchè Buscaglia dopo i 31 dell’anno scorso cerca di francobollarlo in tutti i modi, poi ha uno sprazzo dei suoi a metà secondo quarto in cui segna un paio di bei canestri. Ci è piaciuto, ma mezzo voto in meno perché soffre troppo la fisicità di Lighty e per tre non difese su Gomes e Flaccadori. Giocare 35 minuti con questa intensità non è semplice. Maturo.

De Nicolao 6: per tre quarti è insufficiente causa palle perse e poca incisività, poi disputa un ottimo quarto periodo, che è quello decisivo. Fa un grande assist con palla dietro alla testa per Amedeo che va a segnare il canestro del 69-70. Ritrovato.

Strautins 5.5: senza voto o 5.5? senza voto o 5.5? due minuti sono troppo pochi per giudicare una prestazione, ma proprio perchè è un giovanissimo, vogliamo che ci metta più personalità nelle prossime gare per guadagnarsi più spazio. Coraggio.

Lesic 7: a ‘sto giro invece diamo mezzo voto in più, perchè dopo un inizio di stagione “stentatello”, ha disputato un match positivo, ha lottato a rimbalzo, ha segnato 10 punti in 14 minuti (la tripla sul 67-60 ha sgonfiato anche la loro mascotte a forma di mela!), ed ha fatto meglio anche dietro, prendendo ad esempio uno sfondamento in un momento cruciale. Let’s go Sava!

Cervi 8: chi scrive non era un tifoso di Ricky 1.0, ma chi non cambia idea davanti all’evidenza è uno stupido, e il Riccardo 2.0 è un polipo che devia palloni e relative parabole commettendo decisamente meno falli, anche per il modo differente di difendere; prestando particolare attenzione allo svolgimento del match, è ormai chiaro come le squadre che incrociano le armi contro di noi siano obbligate a cambiare il loro modo di giocare quando c’è il 14 in campo. Dall’altra parte, se vogliamo, andiamo pure meglio (20 con 9/12) perchè i compagni lo cercano con continuità, ed avere un “bersaglio” così dominante in mezzo all’area ti allarga in modo incredibile il campo. Se a questo aggiungete che sul perimetro di talento ne abbiamo un pochino…ah, a tempo perso, ha segnato anche i liberi che ci hanno fatto andare in birreria strafelici subendo fallo su un rimbalzo offensivo di ghisa. Fondamentale.

Menetti 7.5: un’altra vittoria delle sue ragazzi. Sta plasmando nel migliore dei modi una squadra che ha cambiato tutto, o quasi, il pacchetto stranieri e la crescita generale è li da vedere (vi ricorderete senz’altro il match di Caserta…volete mettere?!). Bravo. Davvero.

 

Dolomiti Energia Trento

 

Craft 6: non un Poeta

Jefferson 5.5: e Ricky?

Baldi Rossi 6.5: non è Dada, ma gioca benone…

Moraschini 6: tosto

Forray 5.5: scorbutico

Flaccadori 5.5: FIACCOdori

Gomes 5.5: impalpabile

Hogue 5: stoppato da Bonacini

Lighty 7: Sniper

Lechthaler s.v.: 4 minuti…

Buscaglia 6: ci prova anche con la zona, ma stasera ha vinto, meritatamente, il suo amico Menetti.