Umana Venezia – Grissin Bon Reggio Emilia: le pagelle

( a cura di Giuseppe “Pep” Malaguti)

Venezia

Haynes 4: Il capitano delle Reyer fa virgola.
Nonostante i 23 minuti giocati non entra mai in partita; a Trieste aveva dato segni di ripresa, ma ieri ha fatto un passo e forse due indietro.

Kennedy 5,5: Non è ancora il condizioni ottimali. Fatica a trovare gli automatismi con i propri compagni, ma in ogni caso si intravedono le qualità dell’ala americana.

Stone 5,5: La guardia americana sta lentamente recuperando da un fastidioso problema fisico, ma nonostante tutto smazza 5 assist e spesso dialoga bene con Watt.

Bramos  8: Nel momento di maggior difficoltà della Reyer sul (64-64) è lui a siglare una tripla frontale che ridà ossigeno ai suoi. Chiude con 18 punti con 4/5 dall’arco e la solita intensità difensiva.

Tonut 6: La guardia triestina soffre la forza offensiva di Odom. Nonostante i soli 6 punti offre una prestazione solida soprattutto con le sue scorribande al ferro.

Daye 6,5: Per un attimo si è temuto un grave infortunio, ma alla fine l’ala americana finisce la partita giocando 25 minuti di qualità : 13 punti e 6 assist.

De Nicolao 6: Gioca solo 10 minuti ma fa sempre il suo. Mette una bomba importante in un momento di difficoltà per la Reyer e fa un paio di azioni difensive degne di nota, in particolar modo uno sfondamento preso magistralmente nei confronti Johnson-Odom.

Biligha sv: 4 minuti poco per giudicarlo.

Mazzola 6: Parte bene e prede 5 rimbalzi in un amen (alla fine saranno 6 in totale).
Bene anche in difesa in un paio di closeout.

Cerella sv: Gioca un solo minuto.

Watt 9: Ormai è un giocatore da Eurolega.
24 punti in 29 minuti, recupera anche 4 palloni, è ovunque: immarcabile per chiunque.

De Raffaele 6.5: probabilmente lascia in campo troppo Haynes e troppo poco De Nik. A Cremona domenica prossima si giocherà il secondo posto.

Reggio Emilia

Mussini sv: Gioca 8 minuti ma nessuno se ne accorge.

Dixon 6,5: Il play della nazionale della Georgia gioca davvero una buona partita (15 punti con 4/7 dall’arco con 5 assist). All’improvviso cala il buio dopo un gesto nei confronti dei tifosi veneziani, che lo prendono di mira e lui va in confusione, perdendo dei palloni sanguinosi nel finale di gara.

Richard 5: prova impalpabile. Segna 5 punti in 18 minuti ma non dai mai l’impressione di poter far male all’avversario.

Aguilar 6: Come tutti i lunghi soffre la serata straordinaria di Watt; nel primo quarto esce praticamente subito per un problema alla caviglia che sostanzialmente si porta dietro per tutti i suoi 22 minuti di gioco. Bene, con 8 rimbalzi catturati, sotto i tabelloni.

Gaspardo 6,5: Da la sensazione di mettere poca grinta nei momenti caldi del match.
Poi, però, alla fine segna 12 punti in 18 minuti con 4 rimbalzi.

Johnson-Odom 7: Forse il migliore dei suoi. La difesa orogranata fatica a fermarlo: è senza dubbio è il vero terminale offensivo dei reggiani. Chiude con 18 punti con 5/12 dal campo in 30 minuti di gioco.

Cervi 6,5: Sigla 10 punti nei primi tre quarti facendo una discreta prestazione sotto i tabelloni. Nell’ultima frazione gioca un minuto poi chiede il cambio perché non si sente bene.

Ortner 6,5: L’ex di turno molto amato dal pubblico reyerino disputa una partita solida (8 punti e 5 rimbalzi).

Llompart sv: Il play spagnolo gioca 13 minuti ma si fa anche male, prendendo un colpo all’anca, poi rientra ma non incide. Difficile giudicarlo.

De Vico 4: 22 minuti di nulla. Zero punti, 0/3 dal campo, 2 rimbalzi e 1 palla recuperata. Difficile capire perché Coach Pillastrini lo lasci così tanto in campo.

Pillastrini 5.5: la sua squadra disputa anche una buona gara, ma alla fine i due punti non sono arrivati neanche stasera…