VANOLI – GRISSIN BON: le pagelle

GRISSIN BON

MUSSINI 6: sufficienza piena per Federico che finalmente non soffre troppo fisicamente gli avversari e contribuisce alla causa con 6 punti davvero importanti, figli soprattutto di una ritrovata convinzione nei propri mezzi.

WRIGHT 7,5: solita partita giocata ai tremila allora. Qualche errore è inevitabile soprattutto al tiro dove è costretto a forzare più del solito visto le numerose assenze. Nel complesso però fa davvero tante cose importanti, come i 14 rimbalzi catturati e la solita energia messa a disposizione della squadra. Nel finale tira fuori dal cilindro due perle di una bellezza abbagliante, che di fatto ci consegnano la seconda vittoria in campionato.

BONACINI n.g.: sta in campo solo tre minuti che però, nell’emergenza, risultano comunque importanti per allungare un minimo le rotazioni.

CANDI 6,5: prosegue il percorso di crescita, mettendo nel motore altri 32 minuti giocati con personalità e fiducia crescenti. Come detto altre volte, difensivamente è già una certezza. Quando inizierà non dico a segnare ma perlomeno a guardare il canestro, sarà un grande giorno. Mezzo voto in più per rimbalzo offensivo e recupero finale, entrambi di una pesantezza incalcolabile.

DELLA VALLE 8,5: a mio modesto parere, fino ad ora il miglior giocatore del campionato, certamente il più decisivo nelle sorti della propria squadra. Stasera 24 punti, 7 falli subiti e la solita impressione di avere il doppio del talento degli altri. Assolutamente perdonabili le sei palle perse, anche perché se rapportate al numero di possessi che si trova a gestire, sono da considerarsi abbastanza fisiologiche. Adesso speriamo solo che la nazionale ce lo restituisca nelle stesse splendide condizioni in cui arriva.

MARKOISHVILI 6- : partita modesta in cui fatica a trovare il ritmo e che rischia di compromettere con due palle perse in maniera allucinante, negli ultimi tre minuti. Lui però è uno di quei giocatori che anche se sembra faccia poco, quando scende ti accorgi della sua mancanza. Questo perché oltre alla difesa ed ai rimbalzi, 7 stasera, sa sempre mettere mentalità vincente e dare fiducia a tutta la squadra.

SANE’ 6,5: meglio nel primo tempo che nel secondo, ma nel complesso fa esattamente quello che gli è richiesto, cioè difesa e rimbalzi. Aggiunge 8 punti, utili per rimanere a contatto nel primo tempo, quand’ancora il diesel Wright non aveva  ingranato.

DE VICO 6,5: finalmente un contributo tangibile dall’ex capitano di Biella. Si sbatte e si danna in difesa, dovendo vedersela con gente più grossa e più atletica di lui, senza sfigurare. Prende 5 rimbalzi e segna 6 punti di pura voglia. Peccato solo la scarsa mira dalla lunga distanza ma nel complesso è anche lui in crescita,

CIPOLLA n.e.

TCHEWA RUSSEL n.e.

MENETTI 7,5: probabilmente il miglior allenatore di Italia in situazione di rotazioni da 8 giocatori o meno. Alterna i pochi che ha con sapienza, arrivando nel finale con i giocatori più importanti sufficientemente lucidi. Il grande merito è però soprattutto quello di aver caricato la squadra senza fornirgli alibi che il momento poco fortunato, poteva indurre.

VANOLI

JOHNSON-ODOM 5,5: più fumo che arrosto

MARTIN 6,5: uno dei pochi presente con la testa

GAZZOTTI 6: forse meritava qualche minuto in più

T.DIENER 5,5: partita modesta

RICCI 5,5: rapida comparsata

RUZZIER 6: uno dei meno peggio

SIMS 6,5: con un po’ più di cattiveria avrebbe potuto dominare

D.DIENER 5: impegno e serietà encomiabili, risultati modesti.

MILBOURNE 4,5: doveva essere l’uomo in più. E’ stato il peggiore

PORTANNESE n.e.

SACCHETTI 4,5: le alternative sono due: o ci hanno sottovalutato pesantemente, o, per dirla in dialetto, “iin propria na brota squedra”. Comunque, non una grande prospettiva.