X-Files Eurocup: Hapoel Bank Yahav Jerusalem Vol.2

Coach: Mody Maor

Quintetto: Kalin Lucas, Jerome Dyson, Stratos Perperoglou, Austin Daye, Alen Omić.

Panchina: Bar Timor, Yogev OhayonYotam Halperin, Tarence Kinsey, Ronald Roberts, Lior Eliyahu, Richard Howell, Igor Mayor.

Trasferta in Israele per la Grissin Bon, chiamata a vincere per credere ancora nella qualificazione alle Top16.

I reggiani si troveranno di fronte un Hapoel Gerusalemme con un volto nuovo in campo e in panchina rispetto all’andata, ma con una classifica che grida vendetta rispetto al valore del roster.

Gli israeliani hanno salutato coach Fotios Katsikaris, diretto a Tenerife, e anche Curtis Jerrells, che ha fatto ritorno a Milano; al posto di Jerrels è arrivato il play di scuola Michigan State Kalin Lucas, mentre per rinforzare il pacchetto lunghi si è puntato sull’ala di passaporto dominicano Ronald Roberts.

Dopo la rescissione con Katsikaris, la dirigenza e il presidente Ori Allon hanno promosso l’assistente Mody Maor ad head coach, sperando di invertire il trend negativo.

I campioni d’Israele hanno però un roster di livello e pieno di alternative, a cominciare dagli “italiani” Austin Daye, Tarence Kinsey e Jerome Dyson (i primi due ex Pesaro, mentre l’ultimo ex Dinamo Sassari), passando poi a veri e propri califfi del parquet come Perperoglou, Halperin, Ohayon e l’eterno Lior Eliyahu, giunto alla quattordicesima stagione da professionista.

Ad aiutare Eliyahu sotto i tabelloni si alterneranno il gigante sloveno, ma bosniaco di origine, Alen Omić, e il passaportato israeliano Richard Howell, oltre all’ultimo arrivo Roberts.

Gli elementi che chiudono il roster rossonero sono le due guardie Timor e  Mayor.

Palla a due sul parquet della Pais Arena prevista per le 18:30 agli ordini dei signori Carlos Peruga (Spagna), Joseph Bissang (Francia), Nick Van Den Broeck (Belgio).